La barretta preferita di Bart Simpson direttamente dall’America

La barretta preferita di Bart Simpson direttamente dall’America

2 min. di lettura

La barretta preferita di Bart Simpson direttamente dall’America

L’America si sa è la patria natia delle barrette al cioccolato ma su tutte la più iconica e oggetto di attenzione da parte dei media e dell’industria cinematografica e televisiva è sicuramente la mitologica Butterfinger.

La prima Butterfinger fu prodotta nel 1923 e commercializzata dalla Curtiss Candy Company di Chicago. Il nome scelto per questo iconico spuntino fa riferimento allo slang americano: letteralmente indica le dita di burro, ma nel gergo sportivo indica l’atleta maldestro che si lascia sfuggire la palla.

Le campagne di marketing legate al prodotto sono state martellanti e spesso oggetto di trovate brillanti che hanno reso possibile un esplosione di popolarità senza precedenti della golosa barretta.

Il tuo zio d’America le ha portate in Italia soltanto per te, caro Nipote. Corri a sbirciare nella mia dispensa!

Mordi il mio “dito di burro”

Le Butterfinger sono talmente legate all’immaginario dell’alimentazione americana che sono state spesso oggetto di reclame anche in diversi film e nei programmi televisivi più famosi. Tra tutti sono spesso citate nelle avventure della famiglia più gialla e famosa d’America, i Simpson. I fan dello show sanno bene che Bart è particolarmente ghiotto delle barrette al burro di noccioline tanto da renderlo spesso oggetto dei propri motti.

“Mordi il mio Butterfinger” o “giù le mani dalla mia Butterfinger” sono tra le frasi più ricorrenti pronunciate dal teppistello giallo.

Già nel 1988, prima che la serie dei Simpson esplodesse con l’attuale colossale successo, i componenti della strampalata famiglia sono stati protagonisti di numerosi spot per la tv delle Butterfinger; quello che forse non sai caro nipote, è che uno dei personaggi più amati della serie, Milhouse ha fatto la sua prima apparizione proprio in uno spot tv delle Butterfinger. Nello spot un trionfale Bart Simpson tira fuori dal proprio cestino della merenda una Butterfinger elencandone gli ingredienti e i valori nutrizionali mentre il povero Milhouse rimane a bocca asciutta con la solita merenda.

La golosa copertura al cioccolato avvolge un morbido e croccante ripieno al burro d’arachidi e noccioline, per un esplosione di gusto che renderà il buon Milhouse eterno succube del più furbo compagno.

Le Butterfinger sono diventante quasi un’icona nelle merende americane e grazie al loro packaging piccolo e sottile possono essere portate ovunque e sgranocchiate in ogni momento della giornata.

Non perdere tempo e corri a gustare il gusto autentico degli snack americani e ricorda: “nessuno può toccare la tua Butterfinger”

La barretta di Bart Simpson arriva dall'america: provala subito

Lascia un commento

* Campi richiesti

Ricorda, i commenti devono essere approvati prima di essere pubblici

×
Il tuo carrello